Juve Stabia- Pescara 2-1. Le Vespe pungono il Pescara

Juve Stabia (4-3-3): Russo, Fazio, Tonucci, Troest, Ricci, Calò, Calvano, Carlini (  8’Mallamo), Melara ( 52’Elia ), Canotto ( 76’ Del Sole), Forte. In panca: Branduani, Vicente, Rossi, Izco, Cissé, Addae, Vitiello, Mezavilla. Coach: Fabio Caserta

Pescara (4-3-1-2): Kastrati, Ciofani, Bettella, Scognamiglio, Masciangelo, Palmiero ( 74’ Pavone), Busellato, Ingelsson ( 67’ Di Grazia), Galano, Machin, Borrelli ( 88’  Maniero). In panca: Farelli, Del Grosso, Bruno, Brunori, Palmucci, Brudi, Vitturini, Zappa, Bocic. Coach: Luciano Zauri
Arbitro:  Volpi
Reti:  13’ Galano, 16’ Forte, 53’ Canotto.
Espulsi: Ciofani e Mallamo per doppia ammonizione.

La Juve Stabia affonda il Delfino sotto di un gol riesce a rimontare e poi meritarsi la vittoria. Si parte con i locali subito in avanti. Al settimo rigore sbagliato da parte di Forte della Juve Stabia che era stato decretato per un fallo di mani in area di rigore di Mastrangelo. Risponde il Pescara con  Galano che porta in vantaggio il Delfino su assist di Busellato. Il tempo di gioire, Forte conquista palla entra in area in slalom supera alcuni difensori adriatici e porta in parità il match.  Nella ripresa al 53’ Canotto s’ incunea in area di rigore si presenta davanti a Kastrati il tiro rasoterra buca la rete e regala la vittoria alle vespe.

e

   Invia l'articolo in formato PDF