Sgomberato immobile confiscato a famiglia Rom

PESCARA: sgombero in via Monte Bertone 14. Nella giornata odierna, personale della Polizia di Stato, Carabinieri Guardia di Finanza e Polizia Municipale hanno eseguito lo sgombero dell’immobile ubicato in via Monte Bertone n. 14 di Pescara, confiscato in via definitiva in data 8 maggio 2018 ed ancora occupato abusivamente da una famiglia di etnia rom, nonostante il decorso termine accordato ex lege per il suo rilascio. Sul posto anche personale del 118, dell’Enel, dell’Aca e di Pescara Gas, per la distacco delle rispettive forniture. Nel 2011, Polizia di Stato e Guardia di Finanza avevano avviato le indagini su di un nucleo familiare di etnia rom noto per i trascorsi criminali di alcuni componenti e, ravvisata la sussistenza del necessario requisito della sperequazione tra reddito dichiarato e patrimonio posseduto, era stata rimessa una dettagliata informativa al Tribunale di Pescara – Sezione Penale che, in data 26.04.2018, dopo che erano stati esperiti i diversi gradi di appello (Corte d’Appello de L’Aquila e Corte Suprema di Cassazione), ha disposto la confisca, tra l’altro, dell’ immobile sito in Pescara, via Monte Bertone n. 14. Il suddetto bene, devoluto al patrimonio dello stato e gestito, ai sensi della normativa di cui al Decreto Legge n. 4/2010, convertito in Legge n. 50/2010, dall’Agenzia Nazionale per i beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, è risultato, all’esito del sopralluogo effettuato il 23.11.2018, abusivamente occupato dal predetto nucleo familiare, composto da 6 persone. Pertanto, l’Agenzia Nazionale beni sequestrati e confiscati, in data 22.03.2019, ha formalmente intimato il rilascio dell’immobile entro 120 giorni dalla data di notifica, regolarmente avvenuta per tutti gli occupanti, il 27 marzo 2019; questa mattina la forza pubblica lo ha sgomberato.
   Invia l'articolo in formato PDF