Ricominci…AMO, sì, ma come?

Ricominci…Amo è lo slogan con il quale, in pompa magna e sfruttando la grande eco mediatica che si è creata intorno alla Pescara calcio in tutti questi anni di Sebastiani – presidenza, la Delfino Pescara calcio ha lanciato la sua campagna abbonamenti per la stagione 2019 – 20, senza mostrare, mi sia concesso dirlo e senza esacerbare la mia innata vis polemica, né molta fantasia e nemmeno tanta immaginazione. Per quello che riguarda i dettagli è sufficiente visitare il sito ufficiale della società abruzzese.

Ricominci…AMO, sì, ma come? Inutile negare che la sconfitta nella doppia sfida contro il Verona nei play off ha lasciato tanto amaro in bocca ai tifosi del Pescara, che dopo l’esclusione del Palermo nella sessione post – season , e il buon pareggio del “Bentegodi”, si sono visti la loro squadra del cuore distare solo 3 pari dalla promozione in serie A. Molti hanno parlato di un buon traguardo, io dico che si è trattata di una grossa occasione sciupata, anche in considerazione delle importanti partenze di gennaio, leggasi Machin, che hanno indebolito la squadra, estromettendola di fatto dalla corsa per la promozione diretta. A questo punto tutti si aspettano una squadra competitiva che possa provare nuovamente il salto di categoria. Ai posteri l’ardua sentenza.

Un fervido augurio è anche quello che la Pescara calcio si doti di un ufficio stampa consono alla categoria che si trova ad affrontare, e che sia più aperto anche verso chi, con scienza e con coscienza, analizza e critica in maniera ponderata le vicende della società abruzzese, come la vera deontologia professionale impone. In ultima battuta mi auguro che la stampa locale cominci ad essere più sanamente critica verso il lavoro di tutto l’entourage della Pescara calcio, perché solo così è possibile crescere, confrontarsi, migliorarsi e rispettarsi, non di certo “remando tutti dalla stessa parte”. Tra poco si ricomincia con il ritiro di Palena. Buon calcio a tutti

   Invia l'articolo in formato PDF