Pescara aPiazza Santa Caterina: Arrestati un malese e un italiano in possesso di coltelli durante una colluttazione

Alle ore 20.15 di lunedì 1 luglio, personale della Squadra Volanti e del reparto Prevenzione Crimine “Abruzzo” interveniva in  Piazza Santa Caterina da Siena, dove era stata segnalata una colluttazione in atto tra  due persone. Sul posto, i poliziotti trovavano i due contendenti ancora avvinghiati fra loro; i due, entrambi con ferite in varie regioni del corpo, venivano separati dal personale intervenuto che, nell’occasione, rinveniva sulla sede stradale un coltello ed un coccio di bottiglia evidentemente utilizzati nella contesa.I successivi sopralluoghi eseguiti anche dal personale di polizia scientifica permettevano di evidenziare la presenza di numerose tracce di sangue presenti all’interno del giardinetto ubicato al centro della piazza.Personale del 118 provvedeva al trasporto dei feriti in ospedale identificati per F.S. di anni 45 residente a Pescara con precedenti di polizia e di D J. A. nato in Mali di anni 26, irregolare sul territorio nazionale, con precedenti di polizia; il D.J. veniva sottoposto ad intervento chirurgico e successivamente ricoverato, in prognosi riservata, per  una ferita all’addome da arma bianca. Il F.S. veniva ricoverato, con prognosi di giorni 40 s.c., per un trauma toracico  e ferite da taglio.Sulla scorta degli elementi acquisiti nel corso della prima immediata attività investigativa, entrambi venivano tratti in arresto. Il F.S. nella flagranza del reato di tentato omicidio ed il D.J. in quella di lesioni volontarie aggravate. Sono in corso accertamenti finalizzati a far luce sulle cause del violento episodio di cui trattasi che, non si esclude, possano ricondursi alla compravendita di sostanze stupefacenti.  Le indagini sono condotte dalla Squadra Mobile alle dirette dipendenze del P.M. presso la Procura di Pescara Dr.ssa Fabiana RAPINO.                

   Invia l'articolo in formato PDF