Nigeriano arrestato per spaccio ai minori

Alle ore 02.50 della decorsa nottata, la Polizia di Stato, interveniva presso uno stabilimento di questo lungomare Matteotti, ove era stata segnalata la presenza di un individuo di colore, indossante una t-shirt gialla, che offriva stupefacente agli avventori. Gli operatori della Squadra Volante prendevano contatti con personale addetto alla sicurezza del locale, che li metteva a conoscenza dello svolgimento di una festa musicale, i cui avventori erano prevalentemente minorenni. I poliziotti decidevano di entrare quindi all’interno del locale e, posizionandosi nei pressi della consolle, in un punto che permetteva una completa visione della pista da ballo, individuavano la persona segnalata che colloquiava con alcuni avventori di giovane età,  presumibilmente minorenni, i quali  consegnavano delle banconote all’ individuo che subito dopo si allontanava. Accertato che il comportamento posto in essere era riferibile allo spaccio di sostanza stupefacente, gli Agenti cercavano di avvicinarsi all’individuo per controllarlo, ma questi, accortosi della loro presenza, fuggiva in direzione della spiaggia per poi risalire uscendo da uno stabilimento attiguo e, immediatamente raggiunto da due dei poliziotti intervenuti, veniva bloccato. Durante il controllo lo straniero identificato per S.O., 34enne Nigeriano sedicente, irregolare e senza fissa dimora, portava ripetutamente la mano all’altezza della cintura insospettendo gli operatori che, da un più accurato controllo, verificavano la detenzione di un coltello a serramanico lungo circa 20 cm di cui 10 di lama e 10 di manico. Da un ulteriore controllo il fermato risultava in possesso di un involucro posto all’interno degli slip, contenente presunta sostanza stupefacente del tipo marijuana poi accertata pari a 5.038 grammi; all’interno di una piccola tasca del marsupio indossato, vi erano altri 3 piccoli involucri termosaldati contenenti presumibilmente cocaina per un peso poi accertato di 1.021 grammi. Pertanto veniva arrestato per spaccio posto in essere in un contesto ad altissima presenza di avventori minorenni, ed associato presso la locale Casa Circondariale, a disposizione dell’A.G..

   Invia l'articolo in formato PDF