Polizia di Stato arresta un giovane per aver rapinato un tassista

Alle ore 04:00 circa, la Sala Operativa riceveva una segnalazione di rapina, accaduta in viale Bovio, nell’area di servizio denominata “Agip”, in danno di un tassista in servizio presso la stazione ferroviaria di “Pescara Centrale”. Lo stesso riferiva di aver fatto salire sul taxi, durante la sosta notturna presso il piazzale della Stazione, un giovane di altezza 180/185 cm, capelli neri lunghi, barba lunga di colore nero, che indossava un giubbino verde ed una tuta ginnica, che chiedeva di essere accompagnato presso una concessionaria di autovetture situata in viale Bovio. Una volta giunti sul posto, con una scusa, l’uomo chiedeva di proseguire perché non sicuro della destinazione e  all’altezza della sede della Regione Abruzzo, chiedeva al tassista di accostare per poter scendere. Pertanto, il tassista arrestava la marcia ed in quel frangente il giovane lo afferrava al collo, intimandogli di consegnare tutti i soldi perché altrimenti avrebbe accoltellato. IL tassista, dopo essersi liberato dalla presa, usciva dall’autovettura cercando di afferrare uno dei due smartphone  in suo possesso  per avvisare il locale 113, ne scaturiva una colluttazione a seguito della quale entrambi cadevano a terra, ed il malfattore riusciva a sfilare dalla tasca posteriore del tassista il portafoglio contenente la somma di euro 300,00, una postepay ed altri documenti, per poi dileguarsi in direzione di via Tintoretto.

Una volta sul posto, le Volanti della Polizia di Stato e personale dei CC, iniziavano le ricerche del giovane autore. Con le accurate descrizione fornite in loco dal tassista, dopo svariati passaggi nelle vie limitrofe, rintracciavano  l’autore dell’evento delittuoso,  traendolo in arresto.  

   Invia l'articolo in formato PDF