Eccellenza: mister Savini teme la prossima sfida con Il Delfino F.P del “conductor” Bonati

Sambuceto. Domenica scorsa, all’esordio sulla panchina viola, ha calato un poker contro il quotato Penne, con l’hat trick di Lalli e il sigillo del compagno di reparto Criscolo. Un “battesimo”, quello di mister Paolo Savini al timone del Sambuceto, coronato da un rotondo successo e dall’aggancio del secondo posto in classifica (in coabitazione con la Torrese) a quota 47 punti. Ecco quindi le prime impressioni del neo allenatore sulla nuova esperienza sambucetese: «Ho trovato un ambiente buono e una squadra ottima. Sono abituato a subentrare, quindi non ho avuto difficoltà di adattamento. Questo anche perché molti giocatori li conoscevo e diversi li ho già allenati. A Sambuceto ho trovato giocatori di grandi qualità e allenati bene, e sono contento di essere arrivato qua. Questa è una piazza importante e per questo motivo spero di riuscire a far bene. Ci apprestiamo a proseguire in questo campionato con l’obiettivo di centrare i playoff. Sappiamo che ci sono tante squadre pronte e ben attrezzate per l’obiettivo, ma possiamo giocarcela».

Nella sua prima uscita ufficiale sulla panchina viola, conclusa con il punteggio di 4 a 0 sui biancorossi vestini, mister Savini ha mandato in campo una squadra che, dietro la coppia di bomber Lalli-Criscolo, ha visto un centrocampo schierato a rombo con D’Angelo vertice basso e Gelsi avanzato: «Questo è lo schema adottato inizialmente, come modulo base», spiega l’allenatore, «poi magari si può cambiare durante la gara a seconda delle esigenze».

Da allenatore esperto della categoria e profondo conoscitore delle dinamiche dell’Eccellenza, mister Savini riassume così l’andamento del massimo campionato regionale in corso: «Quest’anno ho visto un campionato nel quale c’erano quattro o cinque squadre sullo stesso livello. Probabilmente il Chieti, tra queste, aveva qualcosa in più, ed è uscito fuori. Fino a 5-6 partite fa era comunque livellato nelle posizioni alte. Poi, complice anche un calo delle altre, il Chieti è riuscito a prendere un vantaggio che al momento appare difficile da colmare per chiunque».

Dopo il brillante esordio contro la sua ex squadra (il Penne), il prossimo turno di Eccellenza prevede per i ragazzi di mister Savini un nuovo impegno casalingo alla Cittadella dello Sport, questa volta opposti a Il Delfino Flacco Porto. Una partita che l’allenatore viola analizza così: «Partita difficile, perché Il Delfino Flacco Porto è una squadra tosta e che corre. Una ulteriore difficoltà, anche rispetto al passato, è che con le 5 sostituzioni a disposizione è possibile “stravolgere” la formazione anche a partita in corso. Questa rappresenta un’insidia in più, anche perché i nostri prossimi avversari sanno sfruttare queste sostituzioni facendone un ottimo uso».

   Invia l'articolo in formato PDF