IN REGIME DI DETENZIONE DOMICILIARE, NON VIENE TROVATO IN CASA: ARRESTATO PER EVASIONE.

Ieri mattina, la Polizia di Stato ha tratto in arresto R.P., di anni 36, residente a Pescara, per il reato di evasione.

Alle ore 09.35, gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo di Pescara, durante l’attività di controllo del territorio nella zona ospedale di Pescara, si recavano presso l’abitazione di R.P. per controllare se era in casa, essendo lo stesso sottoposto, dal 18 agosto 2018, alla misura alternativa della detenzione domiciliare, con il permesso di assentarsi dal lunedì al venerdì, dalle ore 10.00 alle ore 13.00 unicamente per recarsi al SERT.

Presso la sua abitazione, gli agenti trovavano solo l’inquilino che divide con lui l’appartamento, il quale non era in grado di dire dove fosse l’altro e a che ora era uscito. Subito iniziavano le ricerche e R.P. veniva rintracciato, alle ore 09.50, in via Paolini angolo via Rigopiano.

Il personale del Reparto Prevenzione Crimine Abruzzo accertava che R.P. si era recato al SERT alle ore 09.05, orario in cui si era registrato per la somministrazione della dose di metadone e, poiché la sua abitazione dista pochi minuti a piedi dalla struttura sanitaria, egli aveva avuto tutto il tempo di rincasare, ma non lo aveva fatto, attardandosi in zona a bordo della sua bicicletta.

In considerazione del fatto che R.P. era stato già altre volte denunciato per il reato di evasione, gli agenti procedevano al suo arresto, riconducendolo comunque a casa, in attesa della convalida avvenuta nella mattinata odierna; termini a difesa, di nuovo ricondotto a casa in regime di domiciliari.

 

 

 

www.pdf24.org    Invia l'articolo in formato PDF